Masochismo e sadismo – Le radici comuni di un conflitto

Qualche giorno fa ho letto un articolo di Freud che approfondiva la tematica del masochismo e del sadismo.

Mi ha colpito molto la visione Freudiana di “vicinanza” di sadismo e masochismo, come espressioni di un certo tipo di conflitto, che in un certo grado possediamo tutti.

Ma andiamo a piccoli passi, nel territorio non sempre semplice, dei conflitti interiori.

In psicologia dinamica (o psicologia psicoanalitica) di cui il padre fondatore è Freud, nella fase topografica freudiana, vediamo la comparsa di quattro strutture psichiche : IO, ES, SUPER-IO e REALTÀ’. Ve le spiego per sommi capi, perché altrimenti non è facile comprendere come un conflitto esterno sia rappresentazione di un conflitto interno.

L’IO, dice Freud, deve servire tre padroni : Es, Super-Io, Realtà.

L’Io, dunque, è in un certo qual modo l’erede del preconscio, quella struttura che è adibita a controllare i movimenti dinamici delle spinte pulsionali provenienti dall’inconscio e i movimenti dinamici provenienti dal conscio, ovvero le esperienze fenomeniche. Il principio di realtà muove il preconscio, che regola e gestisce sulla base di questo principio, cosa (per dire alla buona) verrà rimosso e cosa verrà eseguito nella realtà o ricordato. Il principio di realtà si muove su questo presupposto “Posso farlo o posso dirlo, senza trasgredire norme di buona educazione o di buon vivere civile?”. Se la risposta è no (confronto tra ipotesi e realtà) noi, di solito, non lo facciamo. Lo “teniamo per noi”. Non lo rimuoviamo, ma non lo manifestiamo.

Il Super-Io è la rappresentazione delle autorità genitoriali, sotto forma anche di altre forme di autorità. Comunque è rappresentazione di una forma di autorità che fa continue richieste di adeguamento all’Io. E’ una struttura psichica ed è in poche parole la nostra idea di autorità.

L’Es sono i desideri istintuali rimossi. Quando avviene una rimozione , restano tracce mnestiche, ma non le ricordiamo. E’ come se ci fosse una specie di censura che impedisce a queste tracce mnestiche rimosse di venire a galla. L’Es è inconoscibile, a meno che, qualche evento fenomenico scatenante, non porti a galla il ricordo di un sentimento collegato a quell’evento rimosso (Freud ha utilizzato per molti anni l’ipnosi proprio per raggiungere i ricordi rimossi nell’Es).

Ora arriviamo al masochismo e al sadismo, sottolineando che tutti siamo, in piccola percentuale, sia sadici che masochisti. Ricordandovi una frase freudiana con cui io concordo totalmente, che affermava “in tutti esiste tutto”. La differenza tra una problematica e la sua assenza (tra patologia e la sua assenza) è il Grado in cui è presente una caratteristica.

Gli individui masochisti, in generale, danno l’impressione di essere eccessivamente sottomessi e anche a tratti eccessivamente morali. Per dirla “alla buona” sono individui facilmente assoggettabili, vivono benissimo il senso di autorità ricevuto, anche quando è un’autorità eccessiva che potrebbe o può ledere principi fondamentali come la libertà individuale e sociale.

Il loro IO sente moltissimo le richieste del Super- Io (nella forma dei poteri equiparabili), a tal punto che ciò che ad alcuni sembra una assoggettamento eccessivo, per il masochista è piacere. Loro provano piacere nel dolore auto inflitto nel nome di una convivenza pacifica con il Super-Io.

Il conflitto tra Io e Super-Io si risolve in un’immediata esecuzione di un ordine perentorio del Super-Io, pena il senso di colpa che sempre affligge il masochista. Il masochista spesso non è consapevole di esserlo.

Il sadico invece è consapevole del suo essere tale. Il suo conflitto interiore, tra Io e Super-Io, si esplica però spesso(guarda caso, esattamente come il masochista) in una ricerca esasperata di punizione eterodiretta. La società (la più alta autorità con cui si confronta un sadico) non può accettare e stigmatizza forme di ribellione o di sadismo nei confronti del prossimo. Ricordiamo che il sadico gode del dolore altrui e di quello nutre le sue spinte pulsionali, ma il sadico sa anche che provocando dolore al prossimo può incorrere nella punizione sociale.

Il masochista e il sadico ricercano comunque una punizione.

Il conflitto di masochista e sadico portato all’atto finale nella quarta struttura, la Realtà, trova esplicazione nella morte. Il masochista si suicida, il sadico uccide. E questi due atti sono conflitti esasperati, atti finali di conflitti interiori che si manifestano nella realtà e che erano presenti già dalle prime fasi evolutive interiormente, a livelli preconsci. A livelli di Io.

Senza arrivare a conclusioni tanto tragiche, ma senza fingere che queste non siano presenti nella nostra società, per cui spesso penso “è una società ricca di sadici e masochisti”, ammetto che in grado molto più lieve, tutti noi possediamo queste due forme di conflitto tra Io e Super-Io. Semplicemente non lo manifestiamo, o lo esprimiamo in forme di sublimazione o in conflitti con l’altro o con noi, ma sempre in modo sano. Per me un conflitto è sempre anche un modo per risolvere. Per chiudere. Per sanare. Entro in conflitto e comprendo. Il conflitto è prima di tutto dentro di noi.

Corollario : le prima figure autoritarie di conflitto sono, per il bambino, i genitori.

Nel rapporto col genitore molte buone abitudini possono prendere avvio, con un conflitto sano. E soprattutto può prendere avvio un rapporto più sano con noi stessi. Perché porteremo con noi sempre autorità e ribellione, istinto di sicurezza e vita e istinto di morte. Se i nostri conflitti interiori saranno sani, sapremo portare nel palcoscenico della vita conflitti sani .

Perché a quanto pare il conflitto ci appartiene. Ed è, nella buona modalità, un modo per raggiungere compromessi importanti.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...