The game of numbers

Intanto, cos’è la visualizzazione.
Lo spiego nel mio libro Il gioco dei numeri.
“Quando visualizziamo delle immagini, automaticamente esse vengono immagazzinate nella nostra memoria. Esistono due modi per visualizzare : la visualizzazione ATTIVA, che entra in azione quando guardiamo un film, un’immagine o un tramonto e quella PASSIVA, quando non osserviamo direttamente un’immagine ma, trovandoci sempre a contatto con essa,il nostro cervello assorbe in automatico una parte o il tutto di quell’immagine. Aggiungo che, nella visualizzazione passiva, rientra anche la capacità di immaginare e di Sognare”.

Alcuni hanno scambiato erroneamente il mio libro per una forma di esoterismo o per un continuum spazio temporale con la cabala ebraica.
Ve lo dico: per quanto la cultura ebraica abbia da sempre mosso in me una sorta di fascino mistico, il mio libro non c’entra nulla con essa.

Nel 2016 ho avuto un’intuizione e l’ho sperimentata su alcuni volontari.
Ho avuto alcuni buoni risultati e l’ipotesi è diventata sperimentalmente teoria. La mia personale teoria di come ogni numero abbia un’influenza sulla nostra vita.
Ho considerato esclusivamente i numeri dallo 0 al 10 e ho sottoposto i miei volontari a una VISUALIZZAZIONE ATTIVA E PASSIVA di ciascuno dei numeri.
Ho poi raccolto le informazioni di queste visualizzazioni, intervistando gli sperimentati.
Ho scoperto che le sensazioni dei volontari all’esperimento (inconsapevoli l’uno dell’altro e delle loro sensazioni) erano in un certo qual modo molto simili. Paragonabili. Avrei potuto allargare la platea di volontari e con buona probabilità avrei ottenuto risultati simili.

Perché il mio libro si basa sulla visualizzazione Passiva e non attiva?
La risposta è semplice : la visualizzazione passiva è più efficace. Lo sanno gli esperti di marketing, quando utilizzano i messaggi subliminali. Il nostro cervello assorbe il mondo che lo circonda spesso in modo silenzioso. Di alcune cose siamo consci, di altre meno.
Ma la memoria riceve le informazioni visive a prescindere dalla nostra consapevolezza in merito.

Dunque, tornando al tema principale dell’articolo, ho analizzato 11 numeri, dallo zero al dieci, sottoponendo a visualizzazione attiva e passiva i collaboratori volontari e raccogliendo le informazioni che sarebbero “le sensazioni che sentivano i collaboratori” visualizzando in modo attivo (guarda questo numero e dimmi cosa provi) e passivo (tieni questo numero appeso alla tua stanza per una settimana, alla fine dei sette giorni fammi sapere come ti senti) ciascun numero.

Dal momento che le risposte dei volontari non erano dissimili e le sensazioni neppure, ho creato Il gioco dei numeri. L’ho creato perché fosse uno strumento “in più”, non costoso e pratico, per raggiungere un benessere personale.

Potete stampare il numero, potete disegnarlo, potete colorarlo, potete combinarlo con altri numeri (ho consigliato nel libro Il gioco dei numeri- Amazon come effettuare questa operazione, dando solo alcune linee guida, perché si tratta di un gioco e come tutti i giochi richiede la fantasia e l’intuizione del giocatore) e poi appenderlo alla parete di un stanza in cui passate più spesso il vostro tempo.
In questi giorni ho pensato che avrei potuto consigliarvi due numeri in visualizzazione passiva, che possono esservi di aiuto per ricalibrare le energie.

IL NUMERO 6.
Il numero della contemplazione.
Nel mio libro spiego che la forma del numero 6 assomiglia a una culla. Genera relax, serenità, aiuta nell’immaginazione di cose molto belle, nella semplificazione di ogni gesto. Si torna bambini nel senso che si sente il desiderio di riscoprire il mondo nelle sue cose più semplici. La notte concilia il sonno e in generale supporta il benessere fisico.

IL NUMERO 3.
Il numero della leggerezza.
Perfetto in situazione di forte stress, aiuta ad alleggerire i pensieri, a vivere la vita con un po’ più di autoironia, a sentirsi più belli, a sentirsi più amati, a riconciliarsi con il mondo.

Ripeto: le sensazioni di visualizzazione passiva di questi numeri sono state raccolte da un campione di volontari.
Ripeto: è un gioco e come tale deve essere preso.
Consiglio : non utilizzate mai più di un numero alla volta, ogni numero ha il suo tempo di “rilascio”.
Potete disegnare il numero colorandolo, a seconda dello stato d’animo che volete raggiungere. I colori hanno grande potere terapeutico. Io consiglio il verde, il blu, l’azzurro, il rosso e il giallo. Ma davvero potete in tal senso “giocarvela” voi.
Alla fine, prendete il foglio con il numero, appendetelo alla parete di una stanza in cui in questo periodo passate più tempo del solito e scordatevene. Lasciatelo lì e scordatevene.

Fatemi sapere se avete ottenuto qualche buon risultato, o qualche pessimo risultato o nessun risultato.
Fatemi sapere se avete domande in merito.

Sono sempre disponibile a spiegare i processi di ciò che ho appreso e applicato personalmente alla mia vita con risultati positivi.

Un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...