La SmartUniversity Parte 1

Sto attraversando una crisi identitaria notevole, riguardante le mie umili abilità in fatto di tecnologia. Abilità che ritenevo sufficienti per quello che mi competeva fino a poco tempo fa.

MA ORA LE COSE SONO CAMBIATE. ORA NON E’ PIÙ’ COME PRIMA.

Ora c’è lo smartuniversity (come l’ho definito io), ovvero queste lezioni universitarie a distanza,  via web.

Oggi iniziano.

Sulla chat di whatsapp i ragazzetti sono tutti pronti, abili e collaudati, anche se trovo qualche individuo spaurito, che chiede aiuto. Come me. Probabilmente (siccome dalla chat non si può capire l’età delle persone) questi “timorosi” sono miei coetanei e ricordano con amarcord i libri di carta, le dispense di carta, le lezioni nelle aule grandi e fredde etc…

Comunque, dopo qualche delucidazione, mi sento pronta a partire per questa nuova esperienza. Infatti fischietto allegra di fronte al portatile. E che vuoi che sia? Ci riescono perfino i figli di W. che vanno alle elementari!

Entro in Esse 3. Sorrido soddisfatta. Infilo le credenziali. Poi vado su moodle. E digito le credenziali. Ormai sono ad un passo dalla lezione on line. Ho le pagine web tutte aperte come se fossi al comando di una nave spaziale pronta a salpare. E mi gongolo all’idea di seguire comodamente da casa, il docente, che da casa, parla e mi spiega. Una cosa davvero avveniristica per me. Come l’uomo di Neanderthal che conosce il Sapiens. Come quando ho scoperto che le farfalle migrano come gli uccelli.

Mentre sembra scorrere tutto quanto tranquillo e io sono felice perché so cosa fare in questi giorni di reclusione, mi accorgo che per iscriversi a un corso on line devi avere ALTRE CREDENZIALI che non ho.

Una piccola dicitura in fondo alla pagina avverte che per sbloccare il corso (ogni corso ha un’icona con un LUCCHETTO) bisogna utilizzare le credenziali ricevute al momento dell’immatricolazione.

La mia mente fruga, alla ricerca, nel mio database personale chiamato cervello, di qualche immagine (ragioniamo per immagini) di qualche mail dove qualcuno mi aveva scritto “queste sono le sue credenziali per accedere ai corsi on line”. Vado sulla mia mail (intanto cominciano a incrociarsi gli occhi – ho già troppe paginette aperte) e cerco , sull’icona della lente, la fatidica mail che dovrei avere ricevuto in tempi arcaici, in cui troverò le CREDENZIALI. Digito parole chiave secondo me pertinenti con l’oggetto (credenziali, units, informazioni importanti, password). Non trovo nulla. Nel frattempo mi rendo conto che la mia mail è un po’ trascurata. Che c’è bisogno di pulizia, ordine e altre cartelle d’archiviazione. Quindi dedico cinque minuti a fare anche quello.

Ma alla fine, non trovo le informazioni che cerco.

Allora mi rassegno. Per oggi niente. Per oggi non faccio un viaggio nell’iperspazio dell’istruzione. Non so se sono più incazzata con me stessa, o più abbattuta in generale. Intanto W. mi gira attorno come un moscone che tenta di aiutarmi e consigliarmi (scrivi così, fai colà, tieniti sempre tutte le credenziali, chiama la Bonin) e si siede sulla stessa sedia dove sono io, spostando poco gentilmente il mio deretano e impossessandosi del mouse. “Una sedia per due” è il nuovo film della quarantena. Ciò, sappiatelo, non mi agevola il pensiero “sono davvero brava”, ma mi fa sentire una scema.

Insomma, il suo agire e spiegarmi dovrebbe essermi di aiuto e invece mi irrita ancora di più. Ma alla fine seguo il suo consiglio, scrivi alla Bonin. (Santo W.)

Scrivo una mail breve, concisa e banale alla segretaria didattica chiedendo le mie credenziali. Non le confesso che forse le ho perse. Le dico solo, alla Bonin, che forse non le ho ricevute mai. Tanto a lei non cambia granché.

Poi mi alzo sbuffando, spengo i motori dell’Enterprise e scendo in cucina per preparare il sugo.

Sì, quello è venuto alla grande.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...